www.studio-zizzari.com

 

 

 

Nelle ultime modifiche alla legge di stabilità il governo introduce uno sgravio quinquennale in favore delle imprese che producono redditi da brevetti o da investimenti legati alla ricerca.




22 ottobre 2014 - Dopo le ultime modifiche alla legge di stabilità il governo conferma il credito d'imposta quinquennale per investimenti e assunzioni legati alla ricerca. Si tratta del cosiddetto "patent box" sui brevetti o altri beni immateriali che ha l'obiettivo di incentivare l'attrazione di investimenti e l'innovazione estera (soprattutto da parte da multinazionali) nel Belpaese.

Le imprese potranno optare per un regime speciale quinquennale relativamente ai redditi derivanti dall'utilizzo di opere dell'ingegno, da brevetti industriali, da marchi d'impresa funzionalmente equivalenti ai brevetti, nonché da processi, formule e informazioni relative a esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Le imprese beneficeranno dell'esclusione di tali redditi dal reddito complessivo per il 30 per cento per il primo periodo d'imposta il 2015, asticella che sale al 40 per cento nel 2016 e al 50 per cento nei successivi 3 esercizi.

* * *

 

Bando ricerca e innovazione e contributi per i processi di brevettazione. Edizione 2014.

Il bando ha l’obiettivo di favorire i processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde, avvicinandole ai temi dello sviluppo tecnologico e dell'innovazione, realizzando un sistema in cui i diversi soggetti dell'ecosistema dell'innovazione partecipano attivamente alla realizzazione di processi innovativi.



15 ottobre 2014 - La Regione Lombardia e le Camere di Commercio Lombarde, nell’ambito dell’Accordo di programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, intendono favorire i processi di innovazione delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) lombarde.

Tramite l’utilizzo di voucher a fondo perduto si intendono incentivare interventi di sostegno per:

- stimolare l’innovazione tecnologica di processo e di prodotto, tramite l’introduzione e la creazione di nuove tecnologie digitali e la messa a disposizione di servizi di trasferimento tecnologico, anche in vista di EXPO;
- accompagnare le imprese alla partecipazione a programmi di ricerca, sviluppo e innovazione europei, promuovendo esperienze di successo nei paesi dell’UE e favorendo la nascita e la crescita di reti di imprese;
- valorizzare il capitale umano inserendo in impresa ricercatori e personale altamente qualificato capaci di guidare l’impresa in percorsi complessi di innovazione;
- sostenere i processi volti all’ottenimento di brevetti/modelli europei/internazionali.

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 6.800.000,00 euro a carico di Regione Lombardia.

Per ulteriori dettagli e informazioni è possibile consultare la documentazione allegata

o visitare il sito www.bandimpreselombarde.it.

* * *

 

I Leonardo del XXI secolo: nuovi artigiani della tecnologia.

Maker Faire all'Auditorium, dal 3 al 5 ottobre, sarà uno show dedicato alla creatività 2.0.



30 settembre 2014 - Il successo dello scorso anno ha spinto gli organizzatori a puntare in alto e a fare della "Makers Faire" di quest'anno un evento ancora più grande e interessante, all'interno di una "Innovation week" destinata a trasformare Roma per una settimana nella capitale dell'Innovazione. L'Auditorium è stato trasformato in un villaggio della creatività tecnologica, dove poter verificare con mano cosa è possibile immaginare, dove è possibile arrivare, cosa è possibile fare mettendo insieme idee e volontà, progetti e innovazione. Quella dei Makers è una comunità nata negli Stati Uniti ma che si è pian piano sparsa in tutto il mondo, producendo decine di "makers faire", show dedicati al mondo delle nuove tecnologie e soprattutto a quello della giovane imprenditoria, che ha come obiettivo non solo il successo personale ma anche il cambiamento del mondo come oggi lo conosciamo.

Inventori a tutti gli effetti ma anche artigiani sia digitali che tradizionali. Un "movimento" che sta raccogliendo consensi e interesse da parte di realtà molto importanti, dall'amministrazione Obama, che ha annunciato un piano di un miliardo di dollari per la creazione di istituti per l'innovazione, alle principali aziende tecnologiche del mondo, proprio perché nasce dal basso, perché si sta verificando nei laboratori di casa, o nei garage, dove ragazzi e inventori si mettono alla prova per creare nuovi modelli di produzione manifatturiera, grazie anche alle nuove generazioni di stampanti 3D e allo sviluppo del digital design. Ma anche nel Web, dove ogni idea è condivisa e tutti collaborano per migliorarla.

Tra le invenzioni che la Makers Faire proporrà al Parco della Musica, alcuni oggetti meritano di essere segnalati. Primo fra tutti l'attesissimo Fonie, un phon che consente di realizzare dei selfie in sequenza mentre ci si asciuga i capelli; o il CubeMate, che trasmette stati d'animo agli amici; la SolarMachine, la macchina per cucinare sfruttando l'energia solare; e M.E.S.S.I., compagno tecnologico insostituibile per ogni appassionato di calcio che monitora le prestazioni del team preferito e ne analizza le tecniche di gioco. Non mancano i giochi interattivi, come Social Cave, o le nuove lampade intelligenti come SoundLight, ma i progetti più singolari sono quelli futuribili, come Printer Drones, la cuffia per guidare con il pensiero, Poly Cloth, una app che ti aiuta a disegnare i tuoi vestiti in perfetto stile poligonale; Chimaera, lo strumento musicale che non si sfiora nemmeno con un dito e che produce una musica "extraterrestre".

* * *

 

 

Dal Ministero dello Sviluppo Economico 40 MLN per la tutela della proprietà industriale.

20 set 2011 - Il Ministero dello Sviluppo Economico ha varato due strumenti di agevolazioni, con la finalità di qualificare la produzione industriale italiana, rafforzandone la capacità innovativa e la competitività sul mercato nazionale e internazionale, per facilitare le imprese che intendono tutelare i propri prodotti utilizzando brevetti, disegni e modelli industriali.

Queste, nello specifico, le due iniziative, che dispongono di un finanziamento complessivo di 40 milioni di euro:

- Erogazione di premi a favore di imprese per aumentare il numero dei depositi nazionali ed internazionali di brevetti e disegni. L’entità dei premi varia da 1000 a 1.500 euro per ciascun deposito nazionale. Per quanto riguarda l’estero, può arrivare fino a 6.000 euro in relazione al numero e ai Paesi in cui si deposita la richiesta di estensione del proprio titolo di proprietà industriale (particolari bonus sono previsti per determinati Paesi: Stati Uniti d’America e Cina per il design; Cina, India, USA, Brasile e Russia per i brevetti).

- Erogazione di agevolazioni per portare sul mercato prodotti nuovi basati su brevetti e design. In questo caso, il contributo erogato copre l’80% delle spese ammissibili fino a un tetto massimo di 70.000 euro per i brevetti e 80.000 euro per il design, in entrambi i casi subordinatamente alla realizzazione di un progetto che verrà valutato dagli enti attuatori.

I finanziamenti, a fondo perduto, saranno erogati secondo la procedura a sportello fino ad esaurimento dei fondi. La previsione è di poter mettere a disposizione complessivamente più di 9.000 premi unitari per il deposito dei titoli di proprietà industriale da parte delle imprese, che potranno inoltre essere accompagnate nella realizzazione dei loro progetti di valorizzazione dei brevetti e dei modelli e disegni industriali. Le aziende beneficiarie saranno micro, piccole e medie imprese, anche di nuova costituzione, necessariamente operanti sul territorio nazionale.

I bandi sono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana,
Serie Generale n. 179 del 03/08/2011

 

REGIONE LOMBARDIA: PRESTO DISPONIBILI VOUCHER TECNOLOGICI PER PICCOLE MEDIE IMPRESE E ASPIRANTI IMPRENDITORI LOMBARDI


15 Giugno 2010. Sono state rese note le modalità operative per partecipare alla nuova iniziativa cosiddetta "INTEC Voucher", per la promozione di imprese innovative tramite il sostegno alla definizione di nuove idee imprenditoriali, per la diffusione ed il consolidamento dell'innovazione tecnologica presso le PMI, e per l'assistenza alla brevettazione.

L'iniziativa "INTEC Voucher" eroga contributi a fondo perduto emessi sotto forma di voucher nominativi e non trasferibili.

I potenziali beneficiari (PMI, aventi sede legale ed operativa in Provincia di Milano, o aspiranti imprenditori, persone fisiche domiciliate o residenti in Lombardia) possono utilizzare i voucher per la realizzazione di massimo un progetto nell'ambito di ciascuna attività.

Assistenza alla brevettazione (PMI)
Voucher per attività di assistenza e consulenza brevettuale svolta da fornitori scelti liberamente dai beneficiari, finalizzata all'ottenimento di brevetti nazionali e/o all'estensione a livello internazionale, se l'oggetto di tali brevetti è inerente a settori applicativi innovativi.

L'attività di assistenza potrà riguardare:
- invenzioni industriali;
- modelli di utilità;
- disegni o modelli ornamentali
- brevetti e registrazioni
- nuove varietà vegetali,…

Sono spese ammissibili:
- costi per l'assistenza brevettuale solo se inerenti alla procedura relativa alla domanda;
- costi diretti di deposito della domanda di brevetto;
- costi di traduzione per l'estensione di un brevetto nazionale a livello internazionale.

Voucher da 3.000 euro per l'assistenza alla brevettazione nazionale;
Voucher da 7.000 euro per l'assistenza all'estensione di un brevetto nazionale a livello internazionale.

Per ulteriori informazioni, contattateci pure all’indirizzo e-mail: info@studio-zizzari.com.

 

MSE: 60 mln di euro del Fondo Nazionale Innovazione per lo sfruttamento dei brevetti


Un aiuto alle Piccole e Medie Imprese arriva dal Ministero dello Sviluppo Economico che ha predisposto un piano per finanziare con 60 milioni di euro progetti di innovazione industriale collegati a brevetti, attraverso il coinvolgimento di banche e soggetti gestori di fondi mobiliari.

Due le macroaree di intervento: il finanziamento del debito (37,5 milioni di euro) e il capitale di rischio (20 milioni di euro).

Le risorse, che afferiscono al Fondo Nazionale Innovazione, saranno assegnate, in via prioritaria, in favore delle operazioni finanziarie:

a) che prevedono l'utilizzo di interventi finanziari adeguati alle esigenze specifiche di finanziamento di un progetto aziendale innovativo, basato sull'utilizzo economico dei titoli della proprietà industriale, ovvero che, tramite una più flessibile ed efficiente gestione della correlazione con i flussi di cassa relativi al progetto imprenditoriale, realizzano una ottimizzazione del rapporto rischio/rendimento, al fine di massimizzare la creazione di valore per i capitali investiti;

b) che assicurano il coinvolgimento degli attori della filiera dell'innovazione, in particolar modo Università e centri di ricerca;

c) in cui il soggetto intermediario proponente assicura il ricorso ad un approccio proattivo nella realizzazione del progetto aziendale finanziato, apportando competenze finanziarie e gestionali.

Il Ministero, con il supporto di un Comitato tecnico e sentite le associazioni di categoria rappresentative, a livello nazionale, dei soggetti intermediari e delle imprese, emanerà appositi avvisi pubblici per invitare i soggetti intermediari a presentare proposte di operazioni finanziarie per mettere a valore le risorse messe a disposizione del fondo, ed individuare le PMI e i progetti su cui effettuare tali operazioni.

Potranno essere finanziate anche le imprese che partecipano ad un contratto di rete (previsto dalla Legge Sviluppo) relativo alla valorizzazione di un brevetto, comprese quelle che non ne sono direttamente titolari. (pdf)

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Ing. Angelo Zizzari
Piazzale Roberto Ardigo, 42
00142 Roma
ITALY

tel./fax.: +39 06 5405512
E-mail: info@studio-zizzari.com









© Copyright 2016    -    Studio Ing. Angelo Zizzari    -    P.IVA 09831351003    

Disclaimer